Acitrezza, Barche in legno: approvato il regolamento comunale

Attività culturali

Il 28 aprile 2016 è stato approvato all'unanimità dal consiglio comunale di Acicastello il regolamento che destina un'area alle "Barche in legno Trezzote" all'interno del porto di Aci Trezza.

Dopo quattro ore di dibattito alla fine ha prevalso il buon senso e finalmente si pongono solide basi alla tutela di questi splendidi manufatti - già riconosciuti patrimonio immateriale dalla Regione siciliana - che rappresentano la storia e la cultura di Aci Trezza.

Una conquista importante secondo l’associazione culturale Centro Studi Acitrezza che ha promosso e ottenuto il riconoscimento dalla Regione Siciliana.
Un risultato, quest’ultimo, che è stato inserito nell’incipit del regolamento comunale tant’è che il documento ufficiale dell'inserimento nel Registro delle Eredità Immateriali Siciliane riconosciuto dall'UNESCO è stato anche allegato alla proposta della quinta commissione consiliare castellese .

L’area dedicata alle barche tipiche di Acitrezza è importante anche per la presenza nella stessa zona del cantiere navale con il mastro d'ascia e i pingisanti, oltre a essere adiacente al geosito dei basalti colonnari.

Antonio Castorina, Presidente del CSA, commenta così l’iniziativa: "Il regolamento approvato è di fondamentale importanza perché dà seguito in maniera concreta alla tutela delle "Barche in legno Trezzote" che da due anni sono inserite nel Registro delle Eredità Immateriali della Regione siciliana. Questo è lo sviluppo a cui possiamo e dobbiamo puntare e che può davvero portare aria di cambiamento positivo per Aci Trezza ed i Trezzoti. Ringraziamo i consiglieri che si sono impegnati affinché ciò fosse possibile, in particolare i componenti della V commissione con in testa Romeo e Guarnera".

Stampa