Aci Castello, l'Ecomuseo "Riviera dei Ciclopi" va avanti

Aci Castello, l'Ecomuseo

Turismo, occupazione e valorizzazione del territorio: queste le parole chiave dell'incontro di presentazione dell'Ecomuseo della Riviera dei Ciclopi a cura dell'associazione culturale Centro Studi Acitrezza.

Grazie all'ospitalità dell'agriturismo "La fungaia" di Aci Castello, l'incontro si è svolto alla presenza del Consigliere Comunale Toni Guarnera che ha presentato la proposta di istituzione dell'Ecomuseo, di Vera Greco, Soprintendente ai Beni culturali di Catania, dell'onorevole Angela Foti, componente della commissione ambiente all'ARS, di Salvo Danubio, Presidente del consiglio comunale di Aci Castello e di Massimo Pellegrino, Presidente della Pro Loco Aci Castello.

L'ecomuseo riguarderà le quattro frazioni del comune rivierasco e servirà a tutelare e valorizzare, ad esempio, luoghi come il megapillows dell'ex stazione di Aci Castello, i basalti colonnari, il sentiero delle fate di Ficarazzi, l'antica fontana di via stazione, le grotte di Ulisse di Cannizzaro, oltre alla promozione dei luoghi storici e culturali di Aci Castello. Sotto tutela e valorizzazione sarà anche tutto il patrimonio immateriale del nostro Comune come "I Malavoglia", Omero e Ovidio.

Antonio Castorina, in qualità di Presidente del CSA, ha iniziato i lavori facendo un quadro generale sulle presenze geologiche, artistiche e folcloristiche presenti sul territorio comunale. Antonio Guarnera, consigliere comunale di Aci Castello, ha spiegato la proposta di delibera presentata in consiglio comunale per l'istituzione dell'Ecomuseo. Guarnera ha sottolineato l'assenza di una legislazione regionale che riconosca e incentivi queste "istituzioni" che nel resto d'Italia stanno dando occasioni di sviluppo, tutela ed occupazione.

Il Presidente del Consiglio comunale Salvo Danubio ha invece raccontato il percorso di valorizzazione del "Sentiero delle fate" e delle difficoltà riscontrate negli anni passati in consiglio per far passare proposte del genere. Anche Vera Greco, oltre a mostrare soddisfazione e interesse per il progetto, ha proposto di andare oltre la costituzione di un comitato tecnico-scientifico che elaborerà il progetto e di puntare anche sulla promozione dell'idea.

Antonio Castorina, Presidente del CSA, commenta così al termine dell'incontro: "Il progetto dell'Ecomuseo della Riviera dei Ciclopi va avanti a grandi passi. In questi giorni abbiamo avuto altre adesioni di professionisti per la creazione del comitato scientifico, propedeutico alla realizzazione del progetto. La presenza di rappresentanti regionali durante l'incontro è il segno tangibile che il lavoro finora svolto è stato di prim'ordine. Abbiamo tutte le carte in regola per essere tra i primi a costituire un ecomuseo nel territorio siciliano, in vista della legge quadro su quest'importante momento di sviluppo".


Stampa   Email