Lungomare dei Ciclopi, il CSA chiede chiarezza alla Soprintendenza

Il Lido dei Ciclopi torna a far discutere a distanza di poco tempo. La Soprintendenza di Cataniaha infatti sospeso per trenta giorni l’autorizzazione per la realizzazione della passerella che avrebbe unito il Lungomare dei Ciclopi di Aci Trezza diviso dalla stazione balneare. Il motivo? La verifica richiesta da un’associazione ambientalista sull’interesse culturale del giardino del “Lido dei Ciclopi”.

Mentre il Sindaco Filippo Drago ha chiesto al presidente del consiglio comunale Salvo Danubio di convocare tra sabato o domenica una seduta straordinaria del consiglio all’aperto presso il lido dei Ciclopi, c’è già chi ha preparato il contrattacco.

“Apprendiamo esterrefatti – dichiarano Antonio Castorina e Giovanni Grasso, rappresentanti dell’associazione culturale Centro Studi Acitrezza – dell’atteggiamento della Soprintendenza di Catania in merito al passaggio in legno del lungomare dei Ciclopi. Vogliamo sapere urgentemente se la stessa ha verificato sia la presenza dell’innumerevole quantità di cemento sugli scoglipresente nell’area di demanio marittimo dinanzi al Lido dei Ciclopi, sia la distruzione dei rarissimi pillows-lave“.

La famosa passerella è già al centro di critiche nel febbraio 1960 quando vi era da parte dell’allora sindaco Claudio Majorana l’intenzione di collegare il tratto di strada che avrebbe congiunto il lungomare di Acicastello a quello di Acitrezza.

Leggi il resto su Cannoli e Politica


Stampa   Email